top of page

CAPITOLO 3

Aggiornamento: 30 apr 2021

DATA, 20/08/2264



La situazione rispetto a ieri è diventata esplosiva! Ma, andrò con ordine, tutto è iniziato quando Bones venne a farmi visita per controllare se avessi consumato regolarmente i pasti e per assicurarsi che stessi bene.


Ma poi si è seduto sulla sedie della mia scrivania e mi ha aggiornato su alcune novità, che mi avrebbero fatto sbiancare, se non avessi mantenuto a controllo ogni muscolo del mio viso, ma temo che quel mio rigido controllo lo abbia insospettito. Brutta cosa, dato che dovrà sicuramente fare rapporto al Capitano ed a Spock, sulla sua visita da me.


Le novità di McCoy:


1) Spock è stato dimesso dall'infermiera, sia perché sta effettivamente meglio, anche se deve portare un busto che gli impedisca di sforzare la schiena, sia perché non è stato possibile trattenerlo in infermeria, dato che sul ponte è rimasta sguarnita la postazione scientifica.


2) È stata aperta un'indagine perché pare sia partito un messaggio con priorità Uno verso Vulcano. Se ne è accorto Spock operando un override dei circuiti del computer di bordo notando un'anomalia, (Bones, quando gli ho chiesto di che anomalia si trattasse, non ha saputo rispondere: «Sono un medico non un tecnico di computer» ha affermato) che non sarebbe stata notata da nessuno, tanto era ben nascosta, da non riuscire a risalire né al mittente né al destinatario di quel messaggio, ma dalla nave un messaggio è partito.


«Si sa in parte quale sia il contenuto del messaggio?»

«No, al momento ancora nulla»

«Ma si sa da quale postazione della nave sia partito quel messaggio?»

«Spock da indagando in collaborazione con Uhura»

«Spock ha formulato delle ipotesi su chi lo potrebbe avere inviato?»


E con questa domanda devo aver tradito una qualche emozione, perché Bones mi guardò sospettoso chiudendo a fessura gli occhi, anche se solo per un attimo.


«Uhm... all'inizio si è pensato ad un infiltrato a bordo, ma i rapporti della sicurezza e dalle registrazioni di bordo, tale ipotesi si è esclusa. Allora, si è ipotizzato a qualcuno che abbia contatti su quel pianeta, ma a bordo saranno 4 o 5 e fra quelle 4 o 5 ci siete tu e Spock e tu non hai mai lasciato la cella e da qui non puoi aver inviato un messaggio con Priorità Uno e Spock per ovvi motivi non può essere stato.»


«Già, eppure il messaggio è stato inviato...» sussurrai quasi questo commento, poi con tono più alto senza far intendere dubbio od indecisione «Le persone sospettate sono già state interrogare?»


«Sì, ma ancora non è emerso nulla. Spock sta guardato anche le registrazioni del ponte. Secondo la sua teoria, solo da una postazione si poteva fare un lavoro tanto fatto bene: quella di Uhura. Qualcuno deve essere salito in plancia e deve essersi seduto al posto di Uhura ed aver inviato il messaggio, oppure, Uhura dev'essere stata minacciata ad inviarlo. Bah, chiunque lo abbia inviato aveva una dannata fretta perché arrivasse, spero solo non si tratti di infiltrati romulani o chissà che altro! Priorità 1! Solo in caso di estrema urgenza si invia un messaggio del genere e solo il Capitano lo può fare! Non voglio neanche remotamente pensare che su questa nave vi possano essere dei cospitatori. Il Capitano è deciso ad andare a fondo su questa vicenda e se si dovesse trattare di un falso allarme, il responsabile dovrà affrontare la Corte Marziale!»


Deglutii a forza e facendomi coraggio, tenendo la voce più ferma possibile e calma «La Corte Marziale la vorreste voi o è un ordine del Capitano?»


McCoy saltò su sulla sedia alterato «Non conoscete il regolamento ufficiale?!

Com'è possibile che un vulcaniano non se lo ricordi fino all'ultimo comma?!

O sapete qualcosa di questa faccenda che io non so?

Dite, state nascondendo qualcosa?!

In questo caso avviserò il Capitano che vi interroghi o preferite la fusione mentale con vostro fratello?! Sapete bene che con essa nulla potrete nascondere!»


Guardai il medico con occhi fiammeggianti «Dottore, mi fate già colpevole?!» proseguii con più calma «Sono stata qui dentro tutto il giorno, come potete pensare che abbia potuto essere io ad inviare quel messaggio?»

«Avete ragione, scusatemi non avrei dovuto aggredirvi, ma questa storia mi sta preoccupando. Scusatemi, buona notte.»


Alla faccia della buona notte, ho passato una notte insonne! Poi, verso le sette la porta del mio alloggio si è aperta, due uomini della sicurezza sono venuti a prendermi e mi hanno portato in sala riunioni. Era completamente vuota, ma già avevo intuito il motivo del perché mi trovassi lì. Poco dopo infatti comparve il Capitano, Spock il tenente Uhura, il tenente Achab ed il dottor McCoy. I loro volti parlavamo più di mille parole andavano dalla freddezza alle scuse al risentimento.


L'epilogo drammatico dell'intera faccenda venne lentamente a galla: l'unica responsabile fui considerata io.


 

Il mio piano di avvisare mia madre, perché convincesse mio padre a non farmi tornare su Vulcano, era fallito miseramente. Il fatto di aver chiesto la collaborazione del tenente Achab e quello del tenente Uhura per l'invio del messaggio andò ancora di più a mio svantaggio.


Si era giunti a me, dopo che Spock per tutta la notte aveva guardato le registrazioni video del ponte ed alla fine era arrivato a vedere quando il tenente Achab si avvicinava ad Uhura, le passava il messaggio e lei lo inviava.


Quindi Uhura e Achab erano stati interrogati nella notte ed ora era toccato a me, ma io dovetti solo confermare le loro testimonianze.


Il giudizio sul mio comportamento verrà preso fra poche ore, perché nel frattempo l'Enterprise si sta avvicinando a Vulcano a velocità di curvatura 6.


Per quanto riguarda i tenenti Uhura e Achab sono stati puniti con:

  • una nota di demerito,

  • sospensione dal servizio per 48 ore

  • confino nei propri alloggi per 48 ore.


Io, invece sono stata trasferita in cella e mi aspetto la corte marziale (ho una probabilità forse del 30% che non si verifichi) dato che le infrazioni sono:


  • aggressione ad un ufficiale di grado inferiore

  • aver istigato due membri dell'equipaggio ad infrangere il regolamento della Flotta

  • aver utilizzato per scopi personali un canale di emergenza


Le attenuanti poste dai tenenti Uhura e Achab, ma anche da McCoy non ritengo siano state prese molto in considerazione.


Non mi resta che attendere, ormai non manca molto perché io conosca il verdetto finale.


 

Ore 12:15 siamo arrivati in orbita. Vulcano è sotto di noi.


Aggiornamenti:


Non siamo scesi sul pianeta, bensì l'ambasciatore mio padre e sua moglie sono saliti loro. Sono stati accompagnati in sala riunioni con la presenza di tutti gli ufficiali superiori: Kirk, Spock, McCoy e Scott.


Hanno preso atto dei fatti, non hanno fatto commenti personali, neanche dopo aver ascoltato le registrazioni degli interrogatori dei tenenti Uhura e Achab.


Sono state analizzati i contesti in cui si sono verificati i fatti, tenendo con del parere anche di McCoy e alla fine il responso è stato:


  1. Trascorrere i prossimi 3 giorni in cella

  2. Finita la missione cinquennale trascorrere obbligatoriamente la licenza in compagnia dei "Signori di Vulcano".

  3. Provvedimento disciplinare con immediata attuazione, che prevede il degrado dall'attuale grado di Comandante in Seconda a Tenente

  4. Accesso al ponte di comando solo con l'autorizzazione del Capitano o di uno degli ufficiali superiori

  5. Con il grado di tenente non avrò accesso, se non con il permesso da parte di un ufficiale superiore, ai settori delle nave riservati agli ufficiali superiori

  6. Il mio diretto superiore dal quale prendere gli ordini e fare rapporto, ora non sarà più Spock, ma un ufficiale anziano della sezione scientifica, che si chiama Wright.

  7. Mi è consentito tenere l'attuale alloggio (unica concessione)


Finita la riunione se mia madre mi ha debolmente sorriso, mio padre non mi ha degnato nemmeno di uno sguardo, imitato perfettamente da mio fratello.


Dagli altri Kirk, McCoy e Scott ho visto espressioni neutrali, né di rabbia, né di delusione, (forse da McCoy delusione, sì) vi era un regolamento da far rispettare e lo hanno fatto. La nave ed i doveri verso la Flotta, prima di tutto.


Ora per quanto ne so, qui nella mia cella, mentre scrivo queste righe potremmo essere ancora in orbita sopra Vulcano o essere tornati al limite del confine della Zona Neutrale.

Non mi sono mai sentita tanto sola come in questo momento, la tristezza mi assale ma ormai è troppo tardi per porvi rimedio. Unica consolazione è che almeno faccio ancora parte della Flotta, penso di non essere mai andata tanto vicina all'espulsione, come questa volta... Eppure, sento di aver perso molto e non riguardo alla carriera, ma del rapporto con i miei e con mio fratello...


Ci fu un tempo in cui, i pensieri miei erano i tuoi pensieri e la tua mente era la mia mente... Ora, percepisco solo il tuo silenzio e la tua lontananza… Hai chiuso la tua mente, non riesco più a percepirti, sento che il legame c'è ancora, non lo hai spezzato, ma non riesco a contattarti, perché questa chiusura? Ne abbiamo passate tante ma tu, la tua mente, a me, non l'avevi mai chiusa così, perché ora lo hai fatto?


Ti percepisco così: chiuso e solo nel tuo mondo, fatto di logica e di numeri... Può un incidente come questo, averci tanto separato l'uno dall'altra? Spock, non girarmi le spalle! Ho già perso tanti anni fa una famiglia! Tu lo sai che qui, in questa grande nave ho solo te, non lasciarmi sola! Non lo fare Spock, siamo fratelli!


I tuoi pensieri nei miei pensieri la tua mente nella mia mente... Spock!





Torna al paragrafo



12 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page