top of page

CAPITOLO 7

Aggiornamento: 30 apr 2021

DATA, 14/09/2264


Tra un quarto d'ora nella sala ricreativa ci sarà un concerto ed io, invece, sono qui in infermeria con brividi di caldo e di freddo, sorvegliata da McCoy e da Chapel... hanno forse paura che esca da qui per andare al concerto?


Non ho febbre, ma McCoy teme un'intossicazione alimentare.


Ma chi arriverebbe a tanto?

Spock? No, non arriverebbe mai a farmi questo, sarebbe innanzitutto illogico e poi, comunque lo voglio escludere, nel modo più assoluto!


 

DATA, 15/09/2264


Sono ancora in infermeria, la causa del mio malessere non è ancora stata definita, so solo che ho subito tutta una serie di esami e di analisi nel corso di questa notte, nella quale praticamente non ho dormito, (non che i vulcaniani dormano poi molto, ma non dormire per qualcosa di interessante è un conto, non dormire perché si sta male è un altro) ma che non ha portato i risultati sperati per McCoy. McCoy impreca contro la fisionomia vulcaniana che non conosce e sta pensando di chiedere a Kirk di portarmi su Vulcano, per farmi visitare dai dottori del mio pianeta.


Non capendo la causa del mio malessere, non riesce a risalire all'agente patogeno e teme che possa essere qualcosa di contagioso.


Ho calcolato che vi sia una percentuale del 99,55% che se McCoy non troverà la causa del mio malessere entro oggi pomeriggio, chiederà a Kirk di fare rotta verso Vulcano o almeno verso una base spaziale dove vi sia un dottore vulcaniano.


Non avendo nulla di interessante da fare, mi ritiro in meditazione. Spock, è passato a farmi visita, ma Bones lo ha tenuto a distanza. Bones mi ha riferito di averlo visto preoccupato, mi dispiace aver pensato, anche solo per un momento, che lui potesse essere la causa del mio malessere. McCoy non me l'ha detto, ma conoscendolo, so che starà lavorando alla soluzione del problema. Potrei quasi calcolare, una percentuale del 99,98% che Bones e Spock si stanno sfidando a chi riuscirà, a risolvere questo enigma per primo, per poi provare una sorta di godimento, nel rinfacciarlo l'uno all'altro, per almeno, le successive 24 ore.


Auguro loro di riuscire nella scoperta, stare qui senza fare e sapere nulla è irritante!


 

Siamo arrivati alla stazione spaziale 13, qui vi è il dottor M'Benga che ha vissuto molti anni su Vulcano e che quindi conosce la nostra fisionomia, forse lui finalmente potrà capire la causa.


Ho meditato, ho letto, ho mangiato e ho dormito, ma non ho potuto fare tre nulla senza essere continuamente osservata da Bones o da Chapel e adesso anche da M'Benga.


È logico affermare che passerà anche questa questa, ma io sono vulcaniana solo per il sangue verde e le orecchie a punta*, mi sono sempre considerata umana e quindi sono impaziente, stufa, scocciata e irritata: nessuno che riesca a giungere ad un'analisi conclusiva. Il mio malessere sembra non avere alcuna causa o motivazione. Eppure, io sto male!


*quanto ho mal sopportato questa definizione nella mia infanzia. Spock quand'ero bambina, provava una soddisfazione che definirei sadica, nel dirmela nelle occasioni maggiormente irritanti. È anche capitato sì, che arrivassimo alle mani…. Bei tempi quelli, quando non era comandante!



6 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page