top of page

DOVE SI TROVA VULCANO?

Aggiornamento: 22 mar 2021

Gli appassionati di astronomia che cercassero di localizzare il sole di Vulcano usando i loro telescopi, dal tetto di una casa o da un cratere sulla Luna, potrebbero orientare i loro strumenti verso la costellazione di Eridano utilizzando le seguenti coordinate equatoriali: ra 4h 15m d -07d 44m. Solo con potenti telescopi sarà possibile separare otticamente 40 Eridani "A" da "B" e "C"; Queste ultime due distano dalla stella principale 400 UA (una unità astronomica equivale a 150 milioni di chilometri ) e vi orbitano intorno.



40 ERIDANI

Le stelle "B" e "C" orbitano attorno ad un comune baricentro ogni 248 anni standard e distano fra di loro 44 UA, più della distanza tra Sol e Sol IX (Plutone).

Sia "B" che "C", poi, ruotano attorno ad "A" ogni 8.000 anni standard, ad una distanza media di 400 UA (2 giorni luce).Vista dalla superficie di Vulcano, 40 Eridani A appare il 62% più grande di quanto non sia il Sole visto dalla Terra, mentre "B" e "C" sono troppo distanti per sembrare più che punti di luce particolarmente brillanti.

Data la loro vicinanza, rispetto alla distanza che hanno da Vulcano, "B" e "C" appaiono sempre abbastanza vicine e più luminose di Venere visto dalla Terra (il che le rende visibili anche di giorno nel cielo di Vulcano). Comunque, queste due stelle sono troppo lontane perché possano influire, sia come luminosità che come calore, sull'ecosistema di Vulcano.

Come accade anche su altri mondi, i Vulcaniani hanno dato un nome alle stelle del loro sistema: mentre 40 Eridani A ha mantenuto il nome storico, Ko' Vel, le stelle "B" e "C" sono state ribattezzate dopo l'Epoca del risveglio, venendo loro assegnati rispettivamente i nomi di Surak e Sudoc. Spesso queste stelle vengono usate dai poeti e dagli scrittori di Vulcano come immagine della contrapposizione fra la logica (Surak) e l'emotività (Sudoc).


VULCANO : IL SISTEMA STELLARE


Il sistema di Vulcano è, in termini astronomici, uno dei vicini del Sistema Solare: li separa una distanza di soli 16 anni luce (una distanza che una nave passeggeri percorre in 15 giorni).


I PIANETI DEL SISTEMA

Il sistema stellare di Vulcano è composto da tre pianeti e una fascia di asteroidi che ruotano attorno alla stella principale, Ko' Vel (40 Eridani A).

Allontanandoci da Ko' Vel, nell'ordine incontriamo:


• un pianeta di classe B, inabitabile a causa della sua vicinanza al sole

Vulcano (T' Valkahain), l'unico pianeta di classe M del sistema

T' Khut, un pianeta di classe G

• una fascia di asteroidi, molto usata come fonte mineraria in tempi pre-warp (= propulsione a curvatura).



Ad eccezione di Vulcano (40 Eridani A II), nessun altro pianeta del sistema è abitabile. Non di meno, sia l'Accademia delle Scienze di Vulcano, che numerosi ordini monacali mantengono installazioni, scientifiche o religiose, sui pianeti del sistema.

In aggiunta a questi, ci sono un gran numero di installazioni orbitali: un telescopio solare all'interno dell'orbita del primo pianeta, porti spaziali (sia privati, sia del governo vulcaniano, sia della Flotta Stellare), laboratori astrofisici e astronomici.

Non è compresa nella seguente trattazione, ma vale la pena di ricordare qui che la sovranità di Vulcano si estende anche su altri sistemi stellari, i cosiddetti "Protettorati Coloniali Vulcaniani".




Fonte: USS Seleya


61 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page